I Luxury Stores di Amazon sbarcano in Europa

Luxury Stores di Amazon

Il lusso solo a porte chiuse? Scordalo. Con i Luxury Stores di Amazon gli atelier più prestigiosi diventano a portata di un click!

Dopo il lancio negli Stati Uniti nel 2020, Amazon Fashion estende i suoi Luxury Stores in Europa. Per ora la piattaforma è disponibile in Italia, Germania, Francia, Spagna e Regno Unito, ma l’espansione è appena cominciata…. 

Al lancio nel nostro paese sono già presenti sulla piattaforma nomi altisonanti come Altuzarra, Christopher KaneBoglioli e Elie Saab: sono i primi ad entrare a far parte dell’offerta dell’e-tailer. 

«È un piacere poter collaborare sia con i brand più affermati sia con i più emergenti. Abbiamo l’opportunità unica di portare nel mondo della moda uno storytelling e una tecnologia inclusiva e direzionale, in grado di offrire opportunità entusiasmanti sia per i designer che per i clienti» ha dichiarato Sally Singer, Head of Fashion Amazon.

Un’opportunità certo per il mercato del lusso, ma anche una mossa strategica del colosso americano dell’e-commerce – non senza conseguenze.

Vediamo insieme il dietro delle quinte di questa nuova iniziativa di Jeff Bezos. 

La richiesta del lusso cresce online e Amazon diventa E-Tailer

Due anni fa chi si sognava Amazon come una piattaforma per l’alta moda e il lusso?  A quanto pare Jeff Bezos, che alla guida di Amazon, nel 2020, in piena pandemia ha lanciato in USA i Luxury Stores, la speciale sezione della piattaforma dedicata alla vendita dei soli brand di lusso.

Un pazzo visionario? Il vecchio Jeff ha visto nelle nuove abitudini di consumo e nell’esponenziale scalata dell’online un’opportunità per presidiare anche il segmento del lusso e ci ha messo lo zampino – non è un caso che sia l’uomo più ricco al mondo!

Guardiamo ai dati: tra il 2019 e il 2020 il settore del lusso online è cresciuto rispettivamente del 12% e del 23%. Luca Solca, senior research analyst global Luxury Goods di Bernstein annuncia: «È come se il Covid-19 avesse fatto fare al digital un salto di cinque anni in uno e per il 2025 si stima che la quota online possa arrivare a rappresentare il 30% del mercato». 

In poche parole, è previsto che in soli 3 anni, gli acquisti digitali dell’alta moda e del lusso dovrebbero generare il 30% delle vendite totali del settore.

Questo boom delle vendite digitali ha delle implicazioni strategiche molto importanti. 

Pazzo, Jeff Bezos non lo è, insomma.

Con l’arrivo dei Luxury Stores di Amazon, che cosa aspettarsi?

Attenzione, Amazon non è il primo store a lanciare il lusso: va a confrontarsi con i grandi aggregatori del settore moda. Parliamo di piattaforme importanti come Zalando, Farfetch, Mytheresa & Co, che con l’avanzare del lusso nel digitale sono andate ad occupare la maggior parte delle quote del mercato… finora.

Sì, perché Amazon è nuovo nel settore, ma non parte certo da zero. Lookdown e restrizioni hanno certo giovato al gigante dell’e-commerce, che nel 2021 ha registrato il +22% di aumento delle vendite, cresciute a raggiungere 469,8 miliardi di dollari, e il +56,4% sull’utile netto, per 33,4 miliardi di dollari. Un anno record per un’azienda in continua espansione!

Amazon ha un altro grande vantaggio: è già un’abitudine! Considerato il luogo virtuale dove trovare tutto quello che si cerca, è usato da più di 10 milioni di italiani registrati sulla piattaforma, affezionati ad un servizio puntuale, preciso e velocissimo.
Dopo gli Stati Uniti e i principali mercati europei, oggi Amazon lancia i Luxury Stores anche in Italia, dimostrando ancora una volta la volontà di ascoltare i bisogni del consumatore – e noi prevediamo che la crescita sarà esponenziale!


Esperienza Amazon nel mondo lusso

In realtà, in questo settore, Amazon non è alle prime armi.
Amazon Fashion è la sua divisione di vendita al dettaglio di moda, che include capi di abbigliamento, scarpe, accessori, gioielli, orologi, borse e valigie.

Offre ai suoi clienti, su iscrizione, dei servizi esclusivi, come Prime Wardrobe che consente di ricevere e provare gli articoli, prima di decidere se acquistarli o meno (il sogno di ogni fashion addicted insomma!). Questo servizio include anche, tra altro, la possibilità di richiedere l’assistenza di un Personal Shopper.
E lì si vede ancora una volta quanto l’azienda mette l’utente al centro della sua esperienza.

Amazon ha anche introdotto The Drop: delle collezioni di moda in edizioni limitate ideate dai designer di tutto il mondo.

L’anno scorso, invece, Jeff Bezos ha lanciato il Local Label Hub di Amazon Fashion: un incubatore per scoprire i futuri talenti della moda.

Siamo quindi sicuri che i Luxury Stores di Amazon saranno molto di più di semplici shop online, si arricchiranno di brand esclusivi e servizi studiati ad hoc sulla clientela.


Come funzionano i Luxury Store di Amazon?

In questo caso, i prodotti di alta moda e bellezza sono venduti direttamente dalle maison di lusso e dai designer coinvolti. La selezione dei capi, così come il prezzo esposto è deciso direttamentente dalla firma. Amazon, lato suo, mette a disposizione la sua rete di utenti, così come tutti i suoi strumenti e la tecnologia per la promozione del brand, in cambio di una fee.

«Questo è solo l’inizio, non vediamo l’ora di continuare a supportare i brand con servizi e risorse innovative» racconta Ruth Diaz, VP Amazon Fashion Europe «così che possano mostrare le loro storie uniche e le ultime collezioni ai clienti di tutta Europa, stagione dopo stagione».

Insomma, possiamo aspettarci un’esperienza d’acquisto sempre più personalizzata, coinvolgente e vicina all’occhio dello spettatore.

Se desideri vendere i tuoi prodotti sui Luxury Store di Amazon, chiedici una consulenza. Come sempre, chi arriva prima ha un grande vantaggio competitivo!

Sei interessato a quello che facciamo e vuoi saperne di più?
Prenota un appuntamento