Google Ads: le basi

Google Ads: le basi

Eccolo, quel momento che tanto temevi è giunto. Il tuo cliente preferito ti ha appena chiesto se potresti prendere in mano le tanto chiacchierate campagne Google. Come fare? Da dove iniziare?

No problem. Facciamolo step by step!

Cos’è Google Ads

Google Ads è una piattaforma pubblicitaria online firmata Google ed è anche una delle più potenti, insieme a Facebook.

Avrai sicuramente notato che quando cerchi qualcosa su Google, come ad esempio “Agenzia Web Milano”, ci sono dei risultati che compaiono per primi con la dicitura Ads. Ecco! Quell’Agenzia Web a Milano sta utilizzando Google Ads per farsi trovare nel modo più semplice possibile!

Il punto di forza di Google Ads è quello di intercettare la domanda consapevole, cioè di mostrare un annuncio nel momento in cui un utente sta cercando quel preciso servizio così da non lasciare che l’annuncio pubblicitario non arrivi a chi non è interessato come accade, ad esempio, in televisione.

L’altro grande punto di forza consiste nella misurazione precisa dei risultati: tramite Google Ads saprai esattamente quante persone hanno visualizzato il tuo annuncio e quante lo hanno cliccato. Non lo trovi incredibile!?

A quali dei tuoi clienti lo puoi proporre?

Torniamo alla situazione iniziale: hai una agenzia web a Milano e il tuo cliente ti ha appena chiesto un preventivo per la gestione di Google Ads. Sei davvero sicuro che questo sia il canale giusto?

Prima di dirgli si, devi verificare alcune cose!

Google Ads è indispensabile per quei clienti che: hanno un buon sito web, vogliono rendersi visibili in poco tempo, devono comunicare una promozione attiva per un certo arco di tempo, vogliono promuovere molti prodotti diversi tra di loro ed, infine, quando il prodotto da promuovere è già conosciuto. Perché? Perché, come ti ho detto prima, Google Ads lavora sulla intercettazione della domanda consapevole: se un prodotto è troppo innovativo quante persone lo cercheranno effettivamente su Google? Infine puoi proporlo a quei clienti che possono investire un budget di almeno 1500 – 2000€, altrimenti risulterebbe un investimento quasi inutile.

Tipologie di Campagne

 

Bene, hai appena constatato che puoi effettivamente proporre Google Ads al tuo cliente! Il primo step è creare tuo Account Google Ads, aprire l’interfaccia e poi… cosa fare?

Come avrai visto, cliccando qua e là, Google Ads ti permette di creare delle campagne diverse tra di loro. Vediamole insieme:

  • Campagna Search

Le campagne Search sono degli annunci di testo che appaiono nella Serp di Google e che vengono associati a delle keywords che potete inserire al momento della creazione dell’annuncio.

Inizia a creare una nuova campagna cliccando su Ricerca

A questo punto devi scegliere un obiettivo tra quelli proposti

Come ti dicevo, la parte più importante di questa campagna sono le keywords che andrai ad inserire. Se devi creare un annuncio per la tua agenzia web a Milano, devi inserire le parole chiave e, successivamente, affidarti ai consigli di Google che cercherà per te delle idee a seconda del servizio che vuoi promuovere.

A questo punto puoi creare il tuo annuncio. Ricordati di inserire l’URL finale e di creare Titoli e Descrizioni pertinenti ed accattivanti anche attraverso l’uso di domande, come nel mio esempio qui sotto

Una volta salvato, il tuo annuncio è pronto per essere approvato, pubblicato e monitorato!

  • Campagna Display

Le campagne Display ti permettono, attraverso l’uso di immagini, di creare degli annunci visibili su vari siti web o app. Questi faranno in modo di farti trovare nuovi clienti, coinvolgere quelli esistenti e generare più conversioni. Ti consigliamo di selezionare sempre gli Annunci display adattabili nei quali dovrai inserire Titoli, Immagini e Descrizioni e Google si preoccuperà di adattarli ai vari spazi pubblicitari.

Per iniziare crea una nuova campagna cliccando su Display

Scegli l’obiettivo per il tuo annuncio

Se per le campagne Search erano importanti le keywords, nelle Display è fondamentale la scelta dei segmenti di pubblico.

Ipotizziamo di voler creare un annuncio per un brand che vende articoli per la montagna. Dovrai essere tu a dire a Google quali sono gli interessi che hanno i tuoi utenti e, successivamente, affidarti ai consigli di Google stesso.

Arrivato a questo punto puoi creare il tuo annuncio. Scegli un’immagine accattivante dalle dimensioni di 1200*628 px sulla quale potrai scrivere un testo che occupi al massimo il 20% dell’immagine.

Scrivi Titoli e Descrizioni accattivanti ed originali e assicurati che l’indicatore di efficacia ti dia come risultato la voce “Eccellente”.

Bene, il tuo annuncio Display è pronto e, dopo l’approvazione di Google, non ti resta che monitorarlo attraverso l’apposita interfaccia.

  • Campagna Search e Display

Google Ads ti dà l’opportunità di creare delle campagne miste tra Search e Display. I passaggi sono gli stessi, ma potrai combinare le due strategie di promozione della tua attività.

Per creare una campagna integrata Search e Display dovrai cliccare Search al momento della creazione campagna e selezionare sia Search che Display nella voce Reti, come ho fatto qui sotto

  • Campagna Shopping

Potrai proporre campagne shopping a quei clienti che vogliono promuovere il proprio inventario online, aumentando il traffico sul loro sito e trovando lead più qualificati.

La campagna Shopping ti permette di mostrare le foto dei tuoi prodotti con annessi titoli, prezzo e nome del negozio in cui si trova il prodotto. In questo caso non saranno necessarie né parole chiave e né la targetizzazione del tuo pubblico! Ora ti spiego come funziona.

Innanzitutto, per poter creare una campagna Shopping, avrai bisogno di creare un account su uno strumento di Google chiamato Merchant Center. Questo strumento ti permette di caricare su Google i prodotti del tuo negozio e permette anche di recepire tutte le informazioni e i dati dei prodotti.

Una volta caricati questi prodotti sarà Google stesso ad abbinare le ricerche degli utenti con i dati dei tuoi prodotti.

Gli annunci shopping vengono mostrati nei risultati di ricerca Google, nei siti web partner di Google, come Youtube, e nella rete Display.

Se provi a cercare una Reflex i primi risultati che ti appariranno sono proprio quelli degli annunci Shopping:

Una volta impostato il tuo account Merchant Center, ti basterà cliccare su Nuova Campagna e, successivamente, su Shopping seguendo passo dopo passo i consigli di Google.

  • Campagna Video

Se sei un navigatore seriale di Youtube sai sicuramente di cosa ti parlo in questo paragrafo! Le Campagne video di Google Ads sono tutti quei video che vengono mostrati prima, dopo o durante la tua canzone preferita su Youtube! Tuttavia queste campagne non vengono mostrate solo su Youtube, ma anche come annunci video indipendenti su altri siti associati di Google.

Per creare una campagna video clicca su Video, come ho fatto qui sotto

Come per le altre campagne, scegli il tuo obiettivo:

Ora puoi iniziare a creare il tuo annuncio. Come prima cosa devi assicurarti di aver caricato il tuo video su Youtube, poiché è da lì che Google Ads andrà a prendere il video. Decidi poi il formato del tuo annuncio video tra:

  • True view in-stream: sono quelle inserzioni che su Youtube compaiono prima, dopo o durante il video che vuoi vedere e che sono skippabili dopo 5 secondi;
  • Outstream: sono quei video che vengono pubblicati sui siti partner di Google e visibili solo su mobile e tablet;
  • Video Discovery true view: sono inserzioni che possono essere pubblicate unicamente su Youtube, ma che non si sovrappongo ad altri video;
  • Bumper: sono quelle inserzioni video che compaiono prima del video che hai scelto di vedere su Youtube, durano circa 6 secondi e non puoi skipparli.

Una volta creato l’annuncio non ti resta che pubblicarlo e monitorarlo.

  • Campagna Smart

Se ancora non ti senti pratico di Google Ads e vorresti che lo stesso Google ti prendesse la mano per creare una campagna passo dopo passo, puoi optare per le campagne Smart o Intelligenti.

Come per tutte le altre campagne, inizia con il click su Crea nuova campagna e seleziona la voce Smart:

A questo punto Google ti chiederà di cosa si occupa l’impresa che vuoi sponsorizzare e di inserire il sito web di riferimento.

Segui i passi di Google Ads. Per prima cosa dovrai indicagli il luogo in cui vorresti che la tua campagna venga vista. Puoi scegliere una singola città o optare per più città, dipende dal servizio che stai offrendo. Nel mio caso voglio creare una campagna che pubblicizzi la mia Agenzia Web a Milano e, quindi, ho deciso di geolocalizzare la campagna su Milano con un raggio molto piccolo.

Dovrai poi dire a Google di cosa ti occupi e quali servizi offri in modo che la piattaforma possa indirizzare il tuo annuncio al pubblico giusto.

Infine dovrai scrivere il tuo annuncio con titoli e descrizioni accattivanti ed originali, anche attraverso l’uso di domande, come ho fatto io qui:

Bene, ora hai una panoramica completa di tutte le campagne che puoi creare con Google. Una volta lanciate ricordati di monitorarle costantemente e di modificarle lì dove vedi delle prestazioni non buone!

Sei stanco? Ho ancora una cosa da spiegarti! Vedrai, ne varrà davvero la pena!

  • Estensioni annunci

L’estensione di un annuncio è un contenuto ulteriore che si aggiunge alla tua inserzione. Non ti è chiaro, vero? Te lo mostro qui sotto

Quelli che ho cerchiato in rosso è un’estensione! Ora è più chiaro, giusto?

Perché l’estensione è fondamentale per il tuo annuncio? Questa ti permette di migliorare la tua inserzione di Google Ads in termini di click, posizionamento, costo per click e produce una maggiore interazione dell’utente con il tuo annuncio.

Una volta creata la tua campagna Search, inizia a programmare e a creare la tua estensione cliccando su Annunci ed estensioni.

Come vedi ci sono moltissime opzioni di estensioni. Vediamole insieme:

  • Callout: è un’estensione che consiste in una riga di testo dove puoi inserire informazioni sulla tua azienda come reso e spedizioni gratuite, ma puoi scrivere al massimo 25 caratteri;
  • Chiamata: puoi inserire il tuo numero di telefono per far in modo che gli utenti ti chiamino;
  • Località: puoi aggiungere indirizzo, orari di apertura del tuo negozio, etc.;
  • Messaggio: dà l’opportunità agli utenti di inviarti sms;
  • Promozione: ti permette di dare informazioni su promozioni, come gli sconti;
  • Prezzo: mostra i prezzi dei tuoi prodotti o dei tuoi servizi;
  • Sitelink: ti permette di aggiungere altre voci ed altre pagine del tuo sito web rendendo l’annuncio più navigabile ed interattivo. Approfondiamo solo quest’ultimo che è proprio quello che ti ho mostrato inizialmente per spiegarti cos’è un’estensione.
    La sitelink ti permette di creare un vero e proprio microannuncio nel tuo annuncio. Puoi inserire un Titolo, una Descrizione e un Url finale per ogni sitelink e puoi aggiungere fino a 6 sitelink. Guarda come ho fatto io qui sotto

Ora hai una panoramica generale di quello che Google Ads può offrirti, ma ricorda che questa piattaforma è in continuo sviluppo ed aggiornamento!

Vuoi investire su delle campagne di Google Ads? Contatta AddLab agenzia web Milano e ti faremo un preventivo gratuito!

Commenti



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi